Asl Salerno. Ritornano gli straordinari d’oro: 150mila euro di solo Alpi

in News

Due anni fa scoppiò, nell’Asl Salerno, lo scandalo degli straordinari gonfiati. Cinque funzionari amministrativi dell’ospedale nocerino Umberto I furono sospesi (oggi tornati a lavorare in altri plessi) mentre le denunce, con dati importanti, furono consegnati ai magistrati. Dati del nosocomio nocerino e di quello ebolitano. Cifre alla mano che fecero sussultare i vertici, le forze dell’ordine e indignare molti: si parlò di 150 mila euro di guadagno (per medici specialisti) di solo straordinario in un anno (lordo, per essere precisi).
Ebbene, oggi a fine 2016 quelle cifre riappaiono nella denuncia pubblica dei redditi dei medici dipendenti dell’Asl Salerno. Tutto lecito, sia chiaro. Se manca il personale e qualcuno li autorizza, quei soldi spettano al professionista che ha lavorato. Tanto. Tanto da far leggere cifre da stipendio annuo che sfiorano i 300mila euro. Si pensi che il Dg, per Legge, guadagna 130mila circa.
All’epoca queste cifre fecero scandalo, indussero i più a controllare, denunciare.
Ora le cose sembrano essere cambiate. Sotto la voce ‘altro’ appare meravigliosamente un lavoro extra da 150mila euro. E non è l’unico, ovviamente. Di professionisti che dichiarano redditi ‘importanti’ ne sono diversi. Stipendi pubblici che tutti possono leggere, come prevede la Legge.
ps. Qualcosa non torna: se sono legittimi oggi, lo erano anche due anni fa. Altrimenti qualcosa mi sfugge.

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da News

Vai Sopra