Category archive

UNISA - page 2

Terapia genica restituisce vista a due bimbi. Nel team medici di Napoli e Salerno

in UNISA

Due piccoli pazienti di otto e nove anni affetti da una forma rara di distrofia retinica ereditaria, che li rendeva ipovedenti dalla nascita, hanno recuperato la vista grazie a una tecnica innovativa eseguita per la prima volta in Italia, a Napoli. Nell’Azienda ospedaliera Universitaria ‘Luigi Vanvitelli’ diretta dal Dg Antonio Giordano. Cause. La malattia è causata da mutazioni in un gene chiamato RP65 e la terapia fornisce una copia funzionante di questo gene in grado, attraverso una singola somministrazione, di migliorare la capacità visiva. I risultati. Quelli ottenuti con la terapia rivoluzionaria genica, denominata ‘Luxturna’, sono stati illustrati dalla…

Continua a leggere

AslSa. Incredibile: Nocera senza anestesisti, si pesca da Scafati e Pagani

in UNISA

“Destinazione temporanea di un anestesista-rianimatore per l’intero mese di gennaio che copra il turno mattutino“. La disposizione dei vertici sanitari è indirizzata all’Unità operativa degli ospedali di Pagani e Scafati a favore di Nocera Inferiore. Dopo dicembre, si è costretti a chiedere aiuto ai colleghi anche per l’inizio dell’anno visto che non si è riusciti a far fronte alla carenza di tali professionisti per il reparto dell’ospedale più grande dell’Asl Salerno. Dove una organizzazione che sfugge e un iniziale reclutamento massiccio ridotto, chissà come, all’inesistente, ha visto dimezzarsi le sedute operatorie. Una situazione che ha dell’incredibile se si pensa,…

Continua a leggere

AslSa. Una vita tra ‘codici rossi’, Nuoto e Maratone: quando il medico dà il buon esempio

in UNISA

Un vizio di famiglia. Anzi, due. L’amore per la Medicina e la passione per lo sport. Esempi di stile di vita che provengono da casa Mastrorilli, dai fratelli Giovanni e Maurizio. Ne abbiamo parlato spesso e continueremo a farlo. I buoni esempi, quelli concreti, sono sempre troppo pochi. Questa volta tocca a Giovanni. Napoletano, medico chirurgo, dipendente della Asl Salerno, lavora nell’ospedale nocerino Umberto I. Dimenticavo. Esiste un altro vizio familiare (merce rara): profilo basso. Riservatezza. Il camice bianco di solito si rintana e lavora. Lo incroci raramente, non ama i riflettori della ribalta. E’ stimato dai colleghi. Esiste…

Continua a leggere

Nocera. Neurologia: il video natalizio, tra pubblico e privato

in UNISA

Come ogni anno, in tutti i reparti ospedalieri, si festeggia il Natale, la fine di un anno, pubblicando foto o video. Questa volta, l’Unità Operativa Neurologica dell’Umberto I di Nocera Inferiore, coordinata dalla dottoressa Teresa Cuomo (in foto) è andata oltre. Con una spiccata sensibilità, il personale ha voluto ripercorrere i dodici mesi di vita professionale e personale. Vite che si incontrano, si incrociano. Diventando una grande famiglia. Con parentesi di gioia ma anche di sconforto. Come quella che negli ultimi giorni ha vissuto il Direttore d’Unità Cuomo alle prese con cocenti sconfitte calcistiche. L’uovo di pasqua juventino, in…

Continua a leggere

Eboli. Convegno sulla sanità: arriva il ministro Speranza

in UNISA

“Sono molto soddisfatto che, negli ultimi giorni, si sia approvato il Patto per la Salute che è il documento strategico fondamentale sottoscritto dal Governo e dalle Regioni all’unanimità, quindi senza distinzioni di colore politico”. Così il ministro per la Salute, Roberto Speranza a Eboli (Salerno) per partecipare ad un convegno, parlando dell’approvazione del Patto per la Salute. “Era dal 2014 che non si approvava questo documento. È l’impegno fondamentale che il Paese tutto, la Repubblica assume per ricominciare ad investire e puntare sul comparto salute. Penso che dobbiamo andare avanti, con coraggio, affrontando i problemi della vita quotidiana delle…

Continua a leggere

Ciao Prof

in UNISA

C’è poco da dire. Bisognava aver avuto il piacere, l’onore, di conoscere il professore Antonello Crisci dell’Università degli Studi di Salerno per capire quale vuoto ha causato la sua morte. Non avvezza alle lusinghe, anzi, dico solo che il professore era capace di regalare un sorriso. Di infondere positività grazie a quel carisma che solo un signore, un gentiluomo, può fare. Gentile nei modi e nell’animo, era un professionista serio come pochi. Esperto. Una persona straordinaria. Tale non per i titoli (Neuropsichiatra, direttore della scuola di anatomia) ma per il suo essere. Ciao prof. Mi mancheranno i tuoi abbracci…

Continua a leggere

Nocera. Ospedale nel caos: Ps senza barelle nè posti letto. I reparti scoppiano: ricoveri in corridoio

in UNISA

Una situazione disastrosa. A tratti amara. Un viaggio, quello che sta affrontando l’ospedale nocerino Umberto I, il più grande dell’Asl Salerno, quasi senza rotta. Come se non ci fosse una guida, o una guida distratta, travolta da onde che non sa gestire. Il nosocomio di viale San Francesco vive esattamente le criticità che caratterizzano gli altri plessi sanitari italiani, è palese. Ma questo non giustifica. Non giustifica, per esempio, il numero esiguo (eufemismo) di barelle in pronto soccorso. Sì, la trincea, il luogo simbolo dell’ospedale, dove i medici, gli infermieri, gli oss tentano di salvare vite umane, si ritrovano…

Continua a leggere

Scafati. Sei casi di scabbia, la Direzione corre ai ripari

in UNISA

Sei casi di scabbia si sono registrati nelle ultime ore all’ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati. La malattia, stando a quanto si apprende da fonti sanitarie, si è diffusa in seguito al ricovero di una paziente, arrivata una settimana fa nella struttura ospedaliera dell’Agro Nocerino Sarnese.    La donna, ricoverata nel reparto di Medicina, ha infettato altre due donne e tre dipendenti dello “Scarlato”. Per le sei persone contagiate è stato subito avviato il trattamento previsto e le tre pazienti sono state ricoverate nella stessa stanza. La direzione sanitaria dell’ospedale, guidata da Alfonso Giordano, ha disposto che tutti gli operatori del…

Continua a leggere

Nocera. Allarme anestesisti: dimezzate le sedute operatorie, bloccati i congedi

in UNISA

La percezione è quella del disorientamento. Un ospedale, l’Umberto I di Nocera Inferiore, il più grande dell’Asl Salerno, sembra viva una situazione disarmante. Se le inaugurazioni (che non si sono tenute e sempre rinviate, ndr) di diversi nuovi reparti servivano a ridare slancio al plesso di viale San Francesco, a tenere veramente banco è il capitolo ‘anestesisti’. Una vera e propria moria. Eppure avevamo assistito a un deciso reclutamento necessario a dare ossigeno agli ospedali tutti. E ad arrestare quelle cifre da capogiro che si registrano a Vallo della Lucania tra questi professionisti. Cosa accade? Da 26 siamo arrivati…

Continua a leggere

Cozzolino lascia (Sigm): “Spero di aver onorato la maglia”

in UNISA

“Il bilancio di questo biennio non può che essere positivo. Il gruppo ha lavorato bene, e spero di aver onorato la maglia come andava fatto“. E’ un Armando Cozzolino a tratti emozionato quello che si appresta a chiudere la lunga e decisa parentesi, durata due anni, di Coordinatore Nazionale del Dipartimento Specialisti e Liberi Professionisti. Un momento importante, come tutti i bilanci, che lui stila con chiarezza. “Questi anni in SIGM sono stati molto importanti dal punto di vista personale; mi hanno permesso di crescere soprattutto dal punto di vista umano, grazie ai continui spunti di autocritica tanto nei…

Continua a leggere

Vai Sopra