Category archive

UNISA - page 2

Covid-19. L’Asl Salerno recluta medici in pensione

in UNISA

Avviso pubblico per manifestazione di interesse finalizzata ad acquisire la disponibilità di personale medico collocato in pensione a prestare attività clinico assistenziali nella Asl Salerno. L ‘avviso pubblico è volto ad acquisire manifestazioni di interesse per prestare attività clinico assistenziale nelle Strutture aziendali, al fine di costituire un apposito elenco aperto di medici, collocati in quiescenza, disponibili a prestare attività necessaria a garantire assistenza derivante dalla diffusione del COVID -19. E’ possibile presentare le candidature entro il 21 marzo 2020.

Continua a leggere

AAA traverse per fare mascherine cercasi: l’appello dell’Humanitas senza dispositivi

in UNISA

AAA Pacchi di traverse cercasi. Il teatro dell’assurdo di Ionesco va in scena nel mondo sanitario, in Campania, a Salerno. Figli di tagli indiscriminati del passato per far quadrare i conti, manca oggi tutto. E si corre ai ripari. L’appello, serissimo, è di Roberto Schiavone, patron della Humanitas, una delle pochissime associazioni in regione ad essere dotata di ambulanza ad alto contenimento. Quella, per capirci, che vediamo nelle immagini di tutte le tv. L’unica a poter trasportare i pazienti affetti da Coronavirus. I ragazzi rischiano. E oggi sono senza mascherine, girano con quelle realizzate artigianalmente. “Non si trovano mascherine,…

Continua a leggere

“I medici positivi non stiano in corsia”, la richiesta del Sumai alla Regione

in UNISA

Il sindacato dei medici ambulatoriali (Sumai) ha scritto una lettera al presidente della Regione Campania e al Direttore della Tutela Salute sottolineando la necessità di non far frequentare più le corsie ai colleghi risultati positivi al Coronavirus. E chiedono i dispositivi. “Come Segreteria SUMAI riceviamo notizie da colleghi circa la presenza al loro fianco in ospedale di colleghi e personale sanitario risultati positivi al tampone per il Coronavirus. Siamo consapevoli che ciò non è contrario alla normativa vigente ma, sommessamente, ci permettiamo di farle presente che una norma nata per le circostanze drammatiche in cui hanno operato ed operano…

Continua a leggere

Scafati. Covid-19, 88 posti tra degenza e terapia intensiva. Mercoledì i trasferimenti

in UNISA

Una corsa contro il tempo che, con ogni probabilità, verrà vinta. E l’ospedale di Scafati, Mauro Scarlato, avrà tutte le postazioni necessarie per i casi di Coronavirus diventando Centro dedicato. Andiamo nel particolare. I tempi. Entro mercoledì prossimo, tutti i pazienti positivi saranno spostati da Nocera a Scafati. Nocera, che ha il reparto di Malattie infettive, continuerà a svolgere l’attività di sempre. Con un percorso che prevede il pretriage in tenda e tampone. Da inviare poi a Salerno. E ulteriormente al Cotugno per conferma. I posti letto. Attualmente terapia intensiva ha 7 posti. Ne verranno aggiunti 9. A questi…

Continua a leggere

Nocera. Coronavirus: occorre un Percorso ospedaliero interno dedicato

in UNISA

L’emergenza Coronavirus sta mettendo tutti gli ospedali a dura prova. Anche quello di Nocera Inferiore, l’Umberto I. Il nosocomio più grande della Asl Salerno, grazie all’impegno costante del personale, sta in tutti modi affrontando il problema seguendo, in teoria, i percorsi tracciati. Che di seguito riportiamo. CASO 1: un potenziale paziente Covid 19 + chiama il 118 o il numero preposto dallo Stato o dalla Regione: se ci sono criteri clinici esegue il tampone, se clinicamente giudicato stabile rimane a domicilio in attesa del risultato del tampone; nel caso contrario, viene ospedalizzato. Una volta ospedalizzato viene messo in isolamento…

Continua a leggere

Scafati. Riunione operativa per decidere il futuro dell’ospedale: ecco il Piano

in UNISA

Una riunione operativa per capire quale futuro avrà l’ospedale Mauro Scarlato, ai tempi del Coronavirus. Così, stamani, a Scafati, il Direttore sanitario Maurizio D’Ambrosio, dirigenti nosocomiali locali e degli altri presidi, coordinamenti infermieristici, hanno fatto il punto della situazione. L’ospedale, come deciso dalla Regione e dalla Asl Salerno, metterà a disposizione posti di terapia intensiva dedicati. Saranno 9 le postazioni in fase di completamento. Mancano i letti con infettivologi e infermieri da reclutare. Tempi? Dicono brevi.

Continua a leggere

Nocera. Medico, invalido, denuncia: “Lavoriamo senza mascherine e sapone”

in UNISA

“All’ ospedale Umberto I di Nocera Inferiore mancano mascherine e sapone medicato”. E’ quanto denuncia, all’Agenzia Ansa, il dottor Antonio Villani, ortopedico del presidio ospedaliero, che si reca al lavoro nonostante sia affetto da una neoplasia del midollo osseo. “Sono cinque giorni che non disponiamo di sapone medicato per le mani. C’è stata fornita una mascherina fp1 che dovrà bastare fino a tempo indeterminato. Altri dispositivi di protezione individuale non sono stati mai forniti”. Il medico segnala che si reca al lavoro “nonostante una neoplasia mieloproliferativa del midollo osseo” ed aggiunge di di essere stato “già operato per un…

Continua a leggere

Polla. Il Comune delibera: “Letture in corsia” per i bambini e vecchietti dell’ospedale

in UNISA

Bambini e vecchietti dell’ospedale di Polla potranno leggere, o, ancora, ascoltare una piacevole lettura grazie ai volontari che sfoglieranno pagine di libri e quotidiani. L’iniziativa “Lettura in corsia” è del Comune di Polla che all’interno del nosocomio allestirà una mini biblioteca riempiendola di libri, parte dei quali donati anche da privati. I volontari faranno il resto. Una idea per far conoscere il territorio, leggere, allenando la mente, e stare insieme. Rosa Coppola

Continua a leggere

Scafati. Coronavirus: la Rianimazione avrà posti letto dedicati

in UNISA

“Laddove il Cotugno non avesse disponibilità di posti letto, la Direzione sanitaria della Asl Salerno ha deciso che i pazienti verranno centralizzati presso i reparti di malattie infettive degli ospedali di Nocera Inferiore, Eboli e Vallo della Lucania. Nel caso venga richiesto un trattamento intensivo di tali pazienti, lì dove il Cotugno non dia disponibilità di posti letto, a far data dal 16 marzo p.v., essi dovranno essere trasferiti presso la Rianimazione del PO di Eboli, in attesa dell’allestimento dei posti letto aggiuntivi dedicati a tale patologia presso il PO di Scafati. A tal proposito, verrà attivato un servizio…

Continua a leggere

Vai Sopra