Category archive

UNISA - page 3

L’Asl Salerno recluta 50 infermieri: ecco l’Avviso

in UNISA

Manifestazione di interesse per l’assunzione di 50 unità Infermiere – per far fronte alle esigenze di contrasto al Coronavirus COVID-19 L’ASL Salerno nell’ambito delle azioni finalizzate al contrasto al COVID-19 ha pubblicato  una Manifestazione di interesse per l’assunzione di 50 (Cinquanta) unità di Infermiere -a tempo determinato per sei mesi 6 non rinnovabili – da assegnare alla struttura ubicata presso il P.O. di Scafati individuata per far fronte alle esigenze assistenziali per il contrasto al COVID-19 L’INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE A VVERRA’ MEDIANTE UTILIZZO DELLA GRADUATORIA DI MERITO APPROVATA CON DELIBERAZIONE N. 623 del 15/07/2019  La scadenza è alle ore 23.59…

Continua a leggere

La Regione chiede una ricognizione urgente: cerca medici in pensione, specializzandi ultimo e penultimo anno

in UNISA

Parte la ricognizione urgente di personale: a chiederla, ai Direttori delle Scuole di Specializzazione, la Regione Campania che cerca di far fronte alle esigenze straordinarie causate dalla diffusione del Coronavirus. Si vuol procedere alla assunzione di personale e/o al conferimento di incarichi di lavoro autonomo, anche di collaborazione continuata. La Regione chiede di far pervenire ad horas una ricognizione delle graduatorie di concorso vigenti (infermieri e medici) dei medici specializzandi iscritti all’ultimo e penultimo anno di corso delle medesime scuole di specializzazione (anche ove non collocati nelle graduatorie); di medici in pensione da non oltre tre anni relativamente alle…

Continua a leggere

Nocera. Si presenta direttamente in Ps: risulta positivo al virus

in UNISA

Non si sente molto bene e con un mezzo proprio si reca a Nocera Inferiore, nell’ ospedale Umberto I, nel pronto soccorso, dove poi scoprirà essere affetto da coronavirus. In un primo momento quei sintomi non erano tipici del virus, scoperto solo grazie ai numerosi esami eseguiti da un personale attento e preciso. Che ha voluto vederci chiaro. E dopo molteplici approfondimenti hanno individuato la vera natura di quel malessere. Il paziente, che è ancora a Nocera, presenta un quadro pregresso già critico. Va detto. Il pronto soccorso non è stato chiuso ma sanificato nonostante la presenza del personale.…

Continua a leggere

Coronavirus. La Regione sospende le attività ambulatoriali mediche

in UNISA

“Al fine di assicurare il contenimento della diffusione del virus, si segnala la necessità di sospendere, a partire da oggi fino al 18 marzo pv, tutte le attività ambulatoriali erogate dalle Asl, Aziende, Ircss, Presidi ospedalieri, comprese quelle erogate dalle Case di cura private accreditate. Vanno fatte salve le prestazioni ambulatoriali urgenti, di dialisi, radioterapia, onco-chemioterapiche”. E’ la disposizione della Regione Campania emanata oggi.

Continua a leggere

Scafati. Profondo taglio alla gola: donna grave in ospedale

in UNISA

Non è ancora chiara la dinamica, al momento si sa solo che quella lama alla gola ha causato gravi danni. Resta intanto in prognosi riservata la 34enne giunta stamani a Nocera Inferiore, in ospedale, dove è stata sottoposta a tutti gli interventi del caso. in aggiornamento

Continua a leggere

Coronavirus, Nocera: “riapre” Medicina. Il DS: “Ecco come siamo organizzati”

in UNISA

Rientra il pericolo e ‘riapre’ il reparto di Medicina dell’ospedale nocerino Umberto I. L’Unità ha registrato il blocco dei ricoveri in via precauzionale a seguito di un tampone per un sospetto caso di virus. La macchina organizzativa per far fronte al coronavirus sembra avere un solco chiaro. Ne parla il Direttore sanitario Maurizio D’Ambrosio.

Continua a leggere

Nocera, Coronavirus: Medicina, bloccati i ricoveri. Si attende esito di un tampone

in UNISA

Bloccati momentaneamente i ricoveri nel reparto di medicina interna dell’ospedale nocerino Umberto I. Per senso di responsabilità, i vertici nosocomiali hanno decretato la sospensione dell’accettazione di pazienti in attesa di conoscere il risultato di un tampone inviato a Napoli. Una persona avrebbe chiesto di sottoporsi all’esame accusando sintomi legati o simili al coronavirus; la persona ovviamente e’ passata per Medicina. Si chiede la collaborazione degli altri reparti mentre già stamani si è provveduto a eseguire accurate “pulizie”. Roco

Continua a leggere

AOU “Ruggi”. Addio Commissario, arriva il DG: pubblicato il bando. All’appello manca il Santobono

in UNISA

Ci siamo. Pubblicato sul Burc l’Avviso per il conferimento dell’incarico di Direttore generale per due Aziende sanitarie: l’AOU ‘Ruggi’ di Salerno, commissariata e guidata da Vincenzo D’Amato, e l’AORN “San Sebastiano” di Caserta (commissario Carmine Mariano). Dunque, il cerchio si stringe. E riparte il toto nomine, come spesso fa Salernosanita. Mario Iervolino, oggi Dg della Asl Salerno, coltiverebbe il sogno di guidare una Azienda ospedaliera (dopo il niet dell’ex Rettore per la guida del Ruggi, ndr) lasciando il vertice di via Nizza. A un nuovo commissario. Ma chissà, se Salerno merita davvero questo destino. Il Ruggi potrebbe anche registrare…

Continua a leggere

Nocera.Malattie infettive ricovera solo Coronavirus. E la sospetta Tbc non trova posto

in UNISA

E’ teso il clima che si respira in ospedale, a Nocera Inferiore, nell’Umberto I, in particolare in quel reparto (ometteremo il nome per ovvi motivi,ndr) dove è rimasto il presunto caso di tubercolosi. E’ in isolamento, certo, ma non in Malattie infettive, no. Perchè l’Unità specializzata deve essere pronta ad accogliere, qualora ve ne fossero, casi di Coronavirus. E così capita che la Tbc, in attesa di conferma, resti in un reparto (la persona è giunta in ospedale per controlli specifici di natura non infettiva e gli esami hanno evidenziato da poco l’ipotesi di Tbc) altro quando tutti si…

Continua a leggere

L’Asl Sa e la moda dei ‘Dirigenti solidali’ che dimentica Pauciulo, il più amato dai pazienti

in UNISA

La moda dei Dirigenti solidali caratterizza da diversi anni la nostra amata Asl Salerno. Primari che vanno in pensione e di cui, non potendo farne a meno, ce li teniamo in Azienda. A costo zero, eh. Per carità, eh, sia chiaro. Direttori sanitari, Capo dipartimenti: tutti, tutti bravi che purtroppo in età da pensione deve essere messi in quiescenza. Ma come facciamo a stare senza questi brillanti strateghi? E così hanno proroghe e vengono indirizzati alla sede centrale di via Nizza, in Direzione generale. Un luogo che immaginiamo affollato. Dunque, professionisti bravi, bravissimi, tra i quali non viene annoverato…

Continua a leggere

Vai Sopra