Vallo.Neurochirurgia,concesso nulla osta.Restano solo cinque medici

in UNISA

Vallo della Lucania Non solo il reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Vallo della Lucania ha poco personale ora registra anche un trasferimento: un nulla osta concesso al dottor N.M.che andrà a lavorare a Napoli, presso l’Azienda ospedaliera dei Colli. Il professionista aveva presentato istanza il 30 dicembre sborso e, dopo mesi, l’Asl Salerno ha firmato.Ovviamente, tutto regolare.Solo che nel reparto vi è già un clima particolare e questo trasferimento sembra un ‘ultimo atto’. Cosa accade. Il reparto ha carenza di personale.Vi erano solo sei medici.Con il trasferimento di N.M. oggi se ne contano cinque.Costringendo l’Asl a convenzioni con il…

Continua a leggere

Selfie- choc in ospedale, spunta un primario del Ruggi

in News

Spunta anche un primario salernitano, dell’Azienda universitaria ospedaliera ‘San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona’, nei selfie scattati in diverse sale operatorie della Campania. Un Direttore d’Unità intento a guardare l’obiettivo, in piedi, senza guanti né mascherina, vicino ad un paziente disteso sul lettino di una sala ‘interventistica’. Lo scatto non è passato inosservato al management di via San Leonardo che venerdì scorso ha istituito una commissione interna di inchiesta per capire come si sono svolti i fatti. E già, perché l’identità è nota. Il direttore sanitario aziendale, Angelo Gerbasio e il responsabile della commissione anticorruzione, Pierluigi Pappalardo, hanno…

Continua a leggere

Il Ruggi diventa Centro regionale per le malattie rare

in News

Presentati, stamani, il protocollo di intesa tra Asl Salerno e Ruggi per la diagnosi e presa in carico dei pazienti con malattie rare, e la Carta dei servizi per i percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali sviluppati dai medici certificatori. Benché la collaborazione tra i referenti aziendali delle malattie rare aziendali è già in essere, tale iniziativa è tesa a rafforzare gli interventi di sinergia tra Ospedale -Territorio sulla presa in carico delle fasce deboli. Ad oggi è attivo in entrambi gli enti il registro nazionale Malattie Rare, istituito allo scopo di garantire la sorveglianza delle patologie rare e supportare la programmazione…

Continua a leggere

Nocera, class action dei chirurghi contro l’Asl Salerno

in UNISA

Una class action dei chirurghi nocerini contro l’Asl Salerno. Chiedono di recuperare i soldi dell’Alpi (attività libero professionale) relativi agli ultimi tre anni. Solo che la direzione amministrativa fa le orecchie da mercante. Anzi, i vertici ospedalieri dell’Umberto I avanzano perplessità sulla stessa istanza, sulla tempestività di richiesta. “Perché volete i soldi solo ora?”, pare chiedano. I professionisti hanno più volte sottolineato che la documentazione necessaria al riconoscimento dei fondi è stata presentata, almeno tre volte, andando sempre perduta. Fino ad arrivare a sintetizzare la domanda, qualche giorno fa. Tra perplessità e dubbi, da una parte e dall’altra, i…

Continua a leggere

Sanita'&Riforme,Ravera:”Facile colpevolizzare i medici”

in UNISA

“La recente approvazione dell’emendamento al Decreto Enti locali su cui il Governo ha posto la fiducia, è fonte inesauribile di equivoci assolutamente voluti. Questi provvedimenti si inseriscono nella manovra diretta a rastrellare risorse ritenute necessarie per l’equilibrio dei conti. I tagli colpiscono, tra le altre cose, la spesa per beni e servizi, dispositivi medici, il personale ospedaliero, la ospedalità convenzionata e le prestazioni di riabilitazione giudicate inappropriate. A parte altre considerazioni, lo scopo dichiarato: lotta agli sprechi, ai doppioni, alla corruzione, alla non appropriatezza delle prestazioni e ad altro (l’elenco è molto lungo) hanno lo scopo di realizzare risparmi.…

Continua a leggere

Sala Consilina, arriva la delibera per il Distretto

in UNISA

Sala Consilina Deliberato dall’Asl Salerno il comodato d’uso dell’immobile di via Tressanti, nel comune di Sala Consilina, a sede di Distretto. Dopo la firma del protocollo di intesa tra Azienda e Comune, firmato il 21 maggio scorso, l’Ente ha concesso in comodato d’uso gratuito ( per 7 anni) alla Asl parte dell’immobile per trasferire il Distretto sanitario, guidato dal dottore Giuseppe Di Fluri. Prima della firma del Protocollo non erano mancate le polemiche.Si è poi giunti ad un punto di incontro.

Continua a leggere

Eboli, reintegrato il primario licenziato dall'Asl

in UNISA

  Il Giudice del Lavoro di Salerno (Diego Cavaliero) reintegra il dottor Michele Verrioli. Il direttore d’unità di anatomia patologica dell’ospedale di Eboli, licenziato dall’Asl Salerno, si è visto accogliere mercoledì, 1 luglio, il ricorso avverso il provvedimento firmato l’anno scorso dal direttore generale dell’Asl Salerno, Antonio Squillante. Di fatto, si attende la notifica al management di via Nizza (che potrà volendo anche fare ricorso) per rendere immediatamente  esecutiva la decisione.Che arriva dopo quasi un anno dal braccio di ferro tra l’ex primario e l’Azienda che prima lo sospeso, poi licenziò. “E’ venuto meno il rapporto di fiducia”, fece…

Continua a leggere

Ruggi&emergenza estiva:Cisl e Uil contro i vertici

in UNISA

SALERNO “Si devono dimettere”, è il lietmotiv della conferenza stampa, al vetriolo, tenuta stamani dai sindacalisti della Cisl, Uil e Fsi a muso duro contro il management dell’Azienda universitaria ospedaliera ‘San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona’ di Salerno, guidata da Vincenzo Viggiani. “Ignorano persino i più elementari istituti contrattuali”, esordisce Pietro Antonacchio, segretario generale Cisl Fp parlando, tra le altre cose, dei percorsi seguiti dall’Azienda sulla stabilizzazione dei precari. Una situazione esplosiva, quella che sta vivendo l’Azienda per fronteggiare l’emergenza estiva. E così, si snocciolano i dati. Il Ruggi e i quattro nosocomi annessi (Mercato San Severino, Castiglione…

Continua a leggere

Asl Sa,Alpi ai medici non dovuto: parte il recupero

in UNISA

SALERNO Straordinari ai medici non dovuti: l’Asl Salerno avvia procedura per recuperare le somme, circa 7milioni di euro. Come riportato dal corrieredelmezzogiorno.it ( articolo a firma di Rosa Coppola) il lavoro eseguito dalla commissione interna, addetta al controllo dell’Alpi (attività libero professionale intramuraria), ha verificato, per il momento, gli anni 2012/2013, prendendo in esame gli ospedali a nord del capoluogo. E dal secondo ospedale più grande del salernitano, l’Umberto I (indagini comprendono anche il ‘Totora’ di Pagani) è emerso che 350 medici avrebbero percepito Alpi non dovuto. Dalle più disparate cifre. Dai 350 euro ai 100mila euro. E se…

Continua a leggere

Nocera Inferiore, nuova aggressione in pronto soccorso

in UNISA

Nocera Inferiore La storia si ripete. Una nuova aggressione ai danni del personale infermieristico dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Un paziente psichiatrico, ricoverato da diverso tempo, era stato accompagnato dal personale ospedaliero nei locali dell’emergenza per salutare la mamma, giunta a seguito di una caduta domestica. Per motivi ancora da chiarire, il giovane ha cominciato a dare in escandescenza. Ha lanciato suppellettili, barelle, dato spintoni e schiaffi a due infermieri del servizio 118. Allertati, sono giunti i carabinieri che solo quindici giorni prima erano intervenuti per sedare una vera e propria zuffa culminata con un infermiere ricoverato (setto nasale rotto)…

Continua a leggere

Vai Sopra