Tag archive

coscioni

Ruggi. Coscioni nominato primario ff di Cardiochirurgia

in News

Enrico Coscioni nominato primario facente funzione  (ex articolo 18) di cardiochirurgia dell’Azienda ospedaliero -universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona “di Salerno. Il delegato alla sanità della regione Campania guiderà l’importante reparto fino all’espletamento del concorso di ruolo. Cardiochirurgia d’urgenza sarà guidata dal dottor Severino Iesu. Quest’ultimo, considerato l’erede di Giuseppe Di Benedetto, da oggi, come da delibera, di fatto rallenterà il suo lavoro. Non lo immaginiamo certo seduto a sfogliare una rivista e a godersi il panorama della ‘Torre’ ma, si capirà, che l’urgenza è un tantino diversa dall’elezione. Tempi, soprattutto. Iesu, poco incline a trascorrere il…

Continua a leggere

‘Da Procida’, De Luca: “Diventerà Istituto di Ricerca nazionale”

in Linea Diretta/UNISA

  “L’ospedale Da Procida di Salerno diventerà Istituto di ricerca nazionale e Centro  di riabilitazione regionale. Abbiamo salvato questa struttura e non intendiamo galleggiare. Seguiremo un percorso di valorizzazione con investimenti mirati”. L’annuncio, uno dei tanti, fatto stamani dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in visita al Da Procida, il nosocomio collinare deputato alla riabilitazione e, appunto, ad ospitare la Ricerca. Ma l’ex sindaco del capoluogo nell’intervento, durato trentaquattro minuti, alla presenza degli operatori sanitari e dei vertici dell’Asl Salerno e del “Ruggi” ha dettato le priorità da mettere in agenda. 200 milioni per i lavori di…

Continua a leggere

Ruggi, piano-accorpamenti: sindacati(spaccati) sul sentiero di guerra

in News

Il piano accorpamenti deciso dal management dell’azienda ospedaliera Ruggi e di fatto, dopo l’incontro di ieri a Napoli, “benedetto” dalla Regione, sta scatenando reazioni e polemiche. A far sentire la propria voce di dissenso alla Regione e al Dg del Ruggi è il segretario generale della Cisl Fp Pietro Antonacchio(nella foto). “Non si è voluto sospendere la portata dei provvedimenti e lasciare aperto il confronto per migliorare una ipotesi di riorganizzazione che in meno di due giorni aveva trovato ulteriori margini di discussione e di miglioramento, a riprova che quello che si sta facendo non è armato da buon…

Continua a leggere

Vai Sopra