Tag archive

nursind

Salerno. Aggressioni agli operatori sanitari: Tavolo di crisi in Prefettura. Ecco le proposte

in UNISA

Aggressione agli operatori sanitari: Tavolo di crisi oggi in Prefettura a Salerno. Richiesto dal Nursind, erano presenti: i colleghi della Cgil e Uil, i due Direttori generali, Mario Iervolino della Asl Salerno, e Vincenzo D’Amato in qualità di Commissario straordinario dell’AOU “Ruggi”; il Comandante provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di finanza, il vice questore vicario di Salerno e il Prefetto di Salerno. Proposte. Il Nursind, rappresentanto da Biagio Tomasco, ha proposto all’Asl Salerno ed al Ruggi “l’istituzione di corsi di formazione ad hoc per migliorare l’interazione con i cittadini; la rivisitazione degli organici dei PS con…

Continua a leggere

Asl Sa. Accreditamento tardivo dei buoni pasto: esposto in Procura

in UNISA

Tardivo accreditamento dei buoni pasto sostitutivi nei confronti del personale dipendente dell’Asl Salerno: il Nursind presenta denuncia in Procura. Il segretario Biagio Tomasco ha inviato una dettagliata documentazione ai magistrati dopo i tentativi, ad oggi risultati inutili, di avere risposte dalla Direzione strategica. A rispondere, invece, è stata la ditta che si occupa dei buoni pasto la quale, scrive Tomasco, non ha comunque risolto la problematica. Cosa accade. “I dipendenti dell’Asl ricevono puntualmente la relativa trattenuta in busta paga rispetto ai buoni pasto spettanti, senza avere la certezza della loro erogazione in un tempo stabilito. Basti pensare che ad…

Continua a leggere

Reclutamento personale tra burocrazia, mobilità, nulla osta. Nursind: “Si indica un concorso unico Asl-Ruggi”

in UNISA

“Carenza di personale nell’Azienda Ruggi e nella Asl Salerno: si impone un drastico cambio di direzione capace di andare verso l’indizione di un concorso unico per le due aziende, e che ricomprenda tutte le categorie di lavoratori insistenti nell’ambito sanitario e medico”. Il Nursind, attraverso Biagio Tomasco, propone la opzione ‘concorso unico’ per cercare di uscire dall’empasse della burocrazia che rallenta e impedisce il reclutamento del personale. ” Resta inteso che nelle more dell’espletamento di detto concorso, rimanga intatta la possibilità  di scorrimento delle graduatorie oggi esistenti, onde non comprimere le legittime aspettative dei tanti lavoratori che in esse…

Continua a leggere

Tomasco contro il sindaco di Nocera: “Pensi a far rispettare i Lea sul suo territorio, non sconfini in altri ambiti organizzativi “

in UNISA

                                                                                                                                                                          Dura presa di posizione del Nursind nei confronti del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, ‘reo’ di aver sollecitato l’Asl Salerno a reclutare nuovo personale, negli ospedali dell’Agro, attingendo da altri presìdi del territorio. Biagio Tomasco, nella missiva inviata anche al ministero della salute e in un discorso ampio sulla mancanza di personale, sottolinea: “A seguito delle dichiarazioni rese a mezzo stampa dal sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, circa la fattispecie per cui per calmierare la carenza di personale degli ospedali dell’Agro Nocerino sarebbe utile disporre dei trasferimenti di personale da altri ospedali della provincia, deve dissentire…

Continua a leggere

Scafati. Reparti accorpati, straordinari alle stelle, ambulatori a rischio chiusura

in News

Ospedale di Scafati: reparti accorpati e mai più divisi, straordinari alle stelle, ambulatori a rischio chiusura, personale ridotto al lumicino.Due lettere, una firmata dal primario di Fisiopatologia respiratoria nonchè capo dipartimento di Oncologia, Mario Polverino, e una dal referente sanitario del plesso ‘Scarlato’, Maurizio D’Ambrosio, per denunciare le forti criticita’ che attanagliano l’ospedale.Lettere inviate ai commissari straordinari dell’Asl Salerno, al Capo del personale, e ai vertici sanitario e amministrativo (dr.ssa Ciliberto) del Dea Nocera/Pagani/Scafati, Alfonso Giordano, che è anche capo dipartimento ‘Ospedaliero’. Quest’ultimo, raggiunto telefonicamente per capire meglio la situazione, ha detto di non essere a conoscenza della lettera…

Continua a leggere

Asl Sa. Primario in pensione con incarico da consulente, il sindacato denuncia: “Si annulli la delibera”

in News

Primario va in pensione e riceve incarico dai Commissari straordinari, sara’ consulente per la ricognizione, la valutazione e l’individuazione delle priorità d’intervento in ordine a dispositivi medici nell’Asl Salerno: il Nursind chiede l’immediato ritiro della delibera. I fatti. L’ex direttore d’unita’ della Rianimazione battipagliese, Raffaele D’Amato, aveva chiesto e ottenuto il trattenimento in servizio nonostante potesse ancora continuare l’attivita’ da primario e aveva dato disponibilità a ricevere un incarico di collaborazione a titolo gratuito. ” La disposizione emanata dal Commissario straordinario  assurge ad una dimensione non consona ad un dipendente in pensione che dovrebbe unicamente collaborare, nel mentre si ritrova ad essere…

Continua a leggere

Ufficio legale senza guida, nessuno è “titolato”: i Commissari scelgono il Direttore amministrativo di Distretto, Mazziotti

in News

Per vari e diversi motivi, al momento, nessuno ha i titoli per  poter guidare l’Unita’ operativa complessa Affari legali dell’Asl Salerno: i commissari straordinari scelgono l’attuale direttore amministrativo del Distretto 63, Luciana Mazziotti Facciamo un passo indietro e ricostruiamo il percorso che ha portato alla nomina voluta, firmata da Mario Iervolino, Germano Perito e Vincenzo D’Amato. E’ il  29 agosto 2017 quando la Direzione Generale  proferiva, in via provvisoria, l’incarico di direzione della U.O.C. Affari Legali e Contenzioso all’avvocato Emma Tortora , con la precisazione che lo stesso era da ritenersi provvisorio con cessazione alla data del 31 luglio…

Continua a leggere

Nursind: “Abrogare il nulla osta nella mobilità e agevolare il ricongiungimento familiare”

in News

” Abrogare il nulla osta dell’Azienda cedente nella mobilità volontaria e richiesta dell’istituto del ricongiungimento familiare”, una delle mozioni approvate nel Congresso dello scorso anno del Nursind e che, oggi, appare quantomai attuale. Se si pensa che nell’Asl Salerno, come nell’Azienda universitaria ‘Ruggi’,  sembra aumentare, vertiginosamente, il numero di infermieri costretto a stare lontano da casa senza sapere quando potrà fare ritorno. Questo a causa della “..scarsità di concorsi pubblici ed il blocco delle assunzioni ha determinato un’esagerata migrazione di infermieri lontano dalle loro terre d’origine nella speranza di poter un giorno ritornare dalle proprie famiglie”, riporta la mozione…

Continua a leggere

Demansionamento infermieristico, tra umiliazioni e mortificazioni

in News

Infermieri mortificati dal demansionamento. E una sentenza gli dà pure torto. Sottolineando che “…in via eccezionale deve svolgere mansioni improprie”. Una eccezionalità che, nel Salernitano, tra mancanza di personale e legge 161(che impone il riposo forzato), tra diventando routine. Una situazione che va a discapito della utenza. Così, gli infermieri, nel caso specifico quelli che si rivedono nel sindacato Nursind, stanno girando per tutti gli ospedali dell’Asl Salerno e quelli che afferiscono all’Azienda universitaria Ruggi, per informare colleghi e utenti su quanto sta accadendo. “Manifestiamo contro il demansionamento infermieristico, spiega Luigi Acanfora, che è una protesta a vantaggio dell’utenza.…

Continua a leggere

“Infermieri trattati peggio dei delinquenti”

in News

“Vergognoso attacco alla dignità e ai diritti elementari dei dipendenti: forse Brunetta ha lasciato un segno indelebile nei confronti dei dipendenti pubblici, tale che chiunque si arroga la facoltà di mettere in discussione anche la malattia”, scrive Luigi Acanfora, coordinatore di Nursind di Salerno, all’indomani dei noti fatti che hanno visto protagonisti 4 infermieri dell’ospedale nocerino Umberto I; i dipendenti presentando tutti assieme il certificato di malattia hanno fatto saltare le sedute di sala operatoria. In nosocomio, ad attendere l’intervento, due magistrati presenti per assistere i familiari Da lì, ne è nata una sorta di ‘militarizzazione’ del plesso con…

Continua a leggere

Vai Sopra