Il neurochirurgo Catapano(primario sulla carta a Salerno)inaugura le seconde sale operatorie. Al ‘Rummo’

in News

Il dottor Catapano, attuale direttore dell’Unità Neurochirurgica del Rummo di Benevento, nonché vincitore del concorso per omologo ruolo al Ruggi di Salerno,  ha inaugurato a Benevento  le seconde e moderne  sale operatorie per potenziare il reparto .

Accade però che Catapano, nonostante la delibera di presa d’atto del concorso vinto, non ha ancora messo piede a Salerno. Il Dg Nicola Cantone, a ‘Salerno sanità’ ,  ha spiegato di aver  incontrato spesso il primario il quale  seguirà, di persona, i lavori delle sale operatorie dell’annunciato nuovo reparto Neurochirurgico. Intanto a Benevento accade quanto di seguito riporta il quotidiano Il Mattino.

BENEVENTO – Potenziare l’Unità Operativa Complessa di Neurochirurgia del «Rummo», per non perdere l’eccellenza faticosamente conquistata in 15 anni di lavoro. È l’obiettivo che il management dell’azienda ospedaliera e il direttore del reparto, Giuseppe Catapano, hanno deciso di perseguire, condividendo un progetto che prevede vari step da concretizzare in un periodo ragionevolmente breve. In quest’ottica, è stata riaperta la seconda sala operatoria di Neurochirurgia, da anni in disuso per carenza di personale, sebbene dotata di tutte le apparecchiature necessarie. È l’inizio di un percorso per far sì che il «Rummo», al primo posto su scala regionale per il trattamento chirurgico dei tumori cerebrali, seguito a ruota dal «Cardarelli», abbia a disposizione quanto è necessario per poter effettuare il maggior numero di interventi possibili. Il dato da evidenziare è che i pazienti non arrivano al Pronto Soccorso per interventi d’urgenza, ma scelgono il team Catapano per programmare la propria operazione. Il 70% viene da fuori provincia e peraltro rappresenta un costo aggiuntivo per l’ospedale.

Il reparto di Neurochirurgia, organizzato nel 2002 dall’allora direttore generale Loretta Mussi, in poco tempo ne è diventato il fiore all’occhiello, con 16/18 posti letto e con al suo interno, la Neurologia, la Neurorianimazione, la Neuroradiologia, la Riabilitazione e il reparto di Neuroscienze. Nel 2011 si sarebbe dovuto procedere ai lavori di ampliamento del reparto, mai iniziati anche a causa dei tagli ai budget, e qualche anno fa, sempre per motivi di budget, la Neuroradiologia è stata portata fuori dalla Uoc di Neurochirurgia insieme al reparto di Neuroscienze, recentemente ripristinato. La riapertura della seconda sala operatoria snellirà le liste di attesa, perché l’equipe di Neurochirurgia potrà operare circa 100 in più rispetto ai 530 trattati ogni anno, anche se per chiudere il cerchio bisognerebbe potenziare la capienza del reparto e reperire nuovo personale medico e infermieristico.

Fonte

Il mattino online

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*