vaccino

Meningite. Vaccino gratis dall’Asl Salerno per le categorie a rischio

in UNISA

SALERNO. L’allarme meningite a Salerno almeno finora sembra sia scongiurato: non c’è nessun caso segnalato in tutta la Campania. L’Azienda sanitaria locale di Salerno, però, si è premunita di offrire la vaccinazione per chi è più a rischio contagio. Ha previsto, dunque, un’offerta gratuita per le vaccinazioni contro il meningococco C per i nuovi nati dopo il dodicesimo mese di vita, per gli adolescenti dagli 11 ai 18 anni e i soggetti a rischio per varie patologie.

Per il momento non è stata ravvisata dall’Asl di Salerno, timonata dal direttore generale Antonio Giordano, alcuna estensione dell’ offerta.

Ma come si diffonde la meningite? Gli agenti infettivi sono virus, batteri, funghi o miceti. Il più temuto agente batterico, sebbene non sia il più frequente, è il Neisseria meningitidis (sono a rischio i bambini fino a 4 anni ma anche chi ha dai 15 ai 24 anni), che attualmente circola in Toscana ed è più noto come meningococco, di cui esistono diversi siero gruppi.

Rispetto a questa ultima categoria, secondo uno studio fatto dalla Agenzia regionale di sanità della Toscana, sarebbero esposti a maggiore rischio i frequentatori di pub e locali, ma soprattutto i fumatori, sia perché si passano le sigarette, sia perché hanno un apparato orale con minori difese immunitarie. Il passaggio della sigaretta è dunque una operazione che si sconsiglia anche per chi fuma droghe leggere, altra categoria considerata a rischio contagio.

Quelli che causano malattie nell’uomo sono A, B, C, Y, W135 e meno frequentemente X. Da noi, come in tutta Europa, i sierogruppi B e C sono i più frequenti. Altri agenti batterici che causano la meningite sono lo Streptococcus pneumoniae, più noto come pneumococco (che colpisce di più gli anziani), e l’Haemophilus influenzae. La vaccinazione è, sicuramente, lo strumento più efficace per la prevenzione della meningite batterica, che a differenza della virale, è la più pericolosa. Nell’anno appena passato l’Azienda sanitaria locale di Salerno ha acquistato 32210 dosi di vaccini antipneumococco, oltre a 26475 vaccini esavalenti, 12910 antimeningococco tipo C, 2216 tipo B 3224e per il tetravalente. Sono stati spesi 393.051,79 euro solo per i vaccini antimeningococco, 1.605.024,30 euro per quelli antipneumococco e 1.281.998,49 euro per quelli esavalenti.

E sono stati consumati quasi tutti. In Regione Campania sono disponibili diversi vaccini contro la meningite: la vaccinazione contro Haemophilus Influenzae B (emofilo tipo B) che è effettuata gratuitamente, insieme a quella antitetanica, antidifterica, antipertosse, antipolio e anti epatite B, per i bambini dal 3°, 5° e 11° mese di vita, come da calendario vaccinale italiano. Non sono necessari richiami. Poi c’è la vaccinazione contro Streptococcus pneumoniae (pneumococco) che è offerta gratuitamente e va somministrata in 3 dosi, sempre per i bambini entro un anno di vita.

Ce ne sono poi altre tre. La vaccinazione contro Neisseria meningitidis C (meningococco C) sempre gratuita per tutti i nuovi nati (dopo il 12° mese di vita), per gli adolescenti dagli 11 ai 18 anni e ai soggetti a rischio. Per chi è stato vaccinato da bambino, la necessità di un richiamo nell’adolescenza è allo studio. C’è poi la vaccinazione contro Neisseria meningitidis B (meningococco B) e al momento il vaccino è offerto in co-pagamento (l’utente paga solo il costo del vaccino all’Azienda sanitaria locale, mentre la prestazione è gratuita).

Infine c’è la vaccinazione quadrivalente contro il meningococco A-C-Y-W135e prevede la somministrazione di una singola dose a partire dai 12 mesi di età. Al momento il vaccino è offerto in co-pagamento. È poi bene ricordare che per la meningite batterica i tempi di incubazione variano dai due ai dieci giorni.

fonte

La Città di Salerno (oggi in edicola)

Marcella Cavaliere

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

*

Ultimo da UNISA

Vai Sopra