Prato.Visite in nero in ospedale, l’ombra degli aborti clandestini: arrestato ginecologo di Salerno

in News

 

E’ originario di Salerno, M.M. 51enne, uno dei quattro ginecologi finito ai domiciliari, con l’accusa di peculato e truffa ai danni dello Stato, per aver ricevuto e visitato pazienti cinesi durante l’orario di lavoro ma fuori dal normale circuito delle prenotazioni, intascando ogni volta tra 100 e 150 euro per aborti ritenuti clandestini.  Il professionista, dipendente della Asl di Prato, è stato  subito sospeso dal lavoro e la Azienda ha anche avviato la procedura per valutare responsabilità disciplinari investendo con una comunicazione ufficiale anche l’Ordine dei medici e dei chirurghi.

L’indagine
“Un sistema – dicono le carte – fondato su un patto di segretezza” tra i medici e gli intermediari cinesi (tre quelli finiti ai domiciliari) che portavano le connazionali alle visite trattenendo una parte dei soldi destinati ai professionisti”.

 

 

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da News

Vai Sopra