osepdale

Ruggi,la Regione sospende le assunzioni in mobilita’

La struttura commissariale regionale non ha terminato le valutazioni delle procedure

in News

SALERNO

La struttura commissariale regionale sanitaria della Campania sospende le procedure di assunzione in mobilità dell’Azienda ospedaliera universitaria ‘San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona’ di Salerno. I commissari (Mario Vasco, capo Dipartimento Sanità e attuale commissario della Asl Napoli 1; il subcommissario Ettore Cinque; Antonio Postiglione, Dirigente di Staff e attuale commissario dell’Asl Salerno) scrivono che “… la scrivente struttura non ha ancora completato l’esame istruttorio delle istanze aziendali sull’argomento e che viene in esigenza la sospensione delle procedure fino all’esito finale delle valutazioni commissariali”.

Un fulmine a ciel sereno se si pensa che oggi, secondo una delibera firmata dal dg del Ruggi, Vincenzo Viggiani, inizieranno a lavorare i primi 29 infermieri. In totale, le unità protagoniste della mobilità, compresi i medici, dovrebbero essere circa 50.

“Cosa accadrà ai lavoratori, tra infermieri e medici, che, grazie alla mobilità, hanno già lasciato le Aziende di provenienza?”, si chiede il segretario generale della Cisl Fp, Pietro Antonacchio.

Sembra non esserci pace per l’Azienda di via San Leonardo assurta, solo qualche giorno fa, agli onori della cronaca nazionale per il maxi blitz sull’assenteismo. E ieri sono stati ascoltati, dal Gip Sergio De Luca, i primi cinque dei complessivi dieci dipendenti sospesi dai pubblici uffici per un anno (l’accusa è truffa ai danni dello Stato). A sfilare dinanzi al Giudice sono stati: il sindacalista Carmine De Chiaro (il cui colloquio è durato oltre un’ora); Carmela Di Paolo che ha spiegato di essere sempre stata al lavoro; avvalsi della facoltà di non rispondere, invece,Santo Pepe, Maria Luisa Palo, Elena D’Ambrosio; Vincenzo Califano non si è presentato. Oggi, si continua con la seconda parte degli interrogatori.

Ma se il ‘Ruggi’ piange, l’Asl Salerno non ride. I sindacati uniti sono in stato di agitazione e vanno verso lo sciopero. Il commissario sraordinario ha ritenuto non poter dare seguito all’accordo, siglato con la passata amministrazione, che satabiliva lo scatto di fascia lavorativa. Ha sostenuto che non vi sono fondi necessari e che quelli per lo straordinario è stato sforato. Ha anche inviato ai dirgenti delle macroaree una nota per contenere ulteriormente la spesa, tagliando straordinari e indennità.

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

*

Ultimo da News

Vai Sopra