Tag archive

ospedale nocerino Umberto I

Nocera. I medici del Ps lavorano, i ladri fanno razzie nei loro armadietti

in UNISA

Scassinati, stamani poco dopo l’alba, gli armadietti dei medici del Pronto soccorso dell’ospedale nocerino Umberto I. Nonostante le telecamere, qualcuno ha agito indisturbato portando via borse, documenti, carte, soldi. La sorpresa a fine turno quando i camici bianchi hanno aperto quella stanza dove, in teoria, non dovrebbe entrare nessuno. Invece, la violazione. L’ennesima. Una situazione spiacevole che lascia l’amaro in bocca vista la reiterazione del reato. Ma non solo. I medici sono lì per lavorare, per aiutare, prestare soccorso. E c’è chi invece agisce alle spalle.

Continua a leggere

Nocera. Febbre suina: tre infermieri positivi al tampone

in UNISA

Febbre suina, tre infermieri risultano positivi al tampone. Come da protocollo, dopo il caso diagnosticato nell’ospedale di Nocera Inferiore, l’Umberto I, la profilassi estesa al personale ha evidenziato una positività al tampone. Si seguirà il percorso delle segnalazioni al medico competente per gli approfondimenti del caso.

Continua a leggere

Nocera, Pagani, Scafati: D’Ambrosio è il nuovo Direttore sanitario

in UNISA

E’ Maurizio D’Ambrosio il nuovo Direttore sanitario del DEA dell’Agro nocerino sarnese. Gli ospedali Umberto I, Andrea Tortora e Mauro Scarlato, saranno guidati dal professionista che, si ricorderà, per anni è stato al timone del plesso nocerino e attualmente coordina il nosocomio scafatese. Un ritorno, insomma, che agevolerà il lavoro a tutti visto che D’Ambrosio conosce bene le realtà ospedalieri.

Continua a leggere

AslSa. Una vita tra ‘codici rossi’, Nuoto e Maratone: quando il medico dà il buon esempio

in UNISA

Un vizio di famiglia. Anzi, due. L’amore per la Medicina e la passione per lo sport. Esempi di stile di vita che provengono da casa Mastrorilli, dai fratelli Giovanni e Maurizio. Ne abbiamo parlato spesso e continueremo a farlo. I buoni esempi, quelli concreti, sono sempre troppo pochi. Questa volta tocca a Giovanni. Napoletano, medico chirurgo, dipendente della Asl Salerno, lavora nell’ospedale nocerino Umberto I. Dimenticavo. Esiste un altro vizio familiare (merce rara): profilo basso. Riservatezza. Il camice bianco di solito si rintana e lavora. Lo incroci raramente, non ama i riflettori della ribalta. E’ stimato dai colleghi. Esiste…

Continua a leggere

Nocera. Neurologia: il video natalizio, tra pubblico e privato

in UNISA

Come ogni anno, in tutti i reparti ospedalieri, si festeggia il Natale, la fine di un anno, pubblicando foto o video. Questa volta, l’Unità Operativa Neurologica dell’Umberto I di Nocera Inferiore, coordinata dalla dottoressa Teresa Cuomo (in foto) è andata oltre. Con una spiccata sensibilità, il personale ha voluto ripercorrere i dodici mesi di vita professionale e personale. Vite che si incontrano, si incrociano. Diventando una grande famiglia. Con parentesi di gioia ma anche di sconforto. Come quella che negli ultimi giorni ha vissuto il Direttore d’Unità Cuomo alle prese con cocenti sconfitte calcistiche. L’uovo di pasqua juventino, in…

Continua a leggere

Nocera. Ospedale nel caos: Ps senza barelle nè posti letto. I reparti scoppiano: ricoveri in corridoio

in UNISA

Una situazione disastrosa. A tratti amara. Un viaggio, quello che sta affrontando l’ospedale nocerino Umberto I, il più grande dell’Asl Salerno, quasi senza rotta. Come se non ci fosse una guida, o una guida distratta, travolta da onde che non sa gestire. Il nosocomio di viale San Francesco vive esattamente le criticità che caratterizzano gli altri plessi sanitari italiani, è palese. Ma questo non giustifica. Non giustifica, per esempio, il numero esiguo (eufemismo) di barelle in pronto soccorso. Sì, la trincea, il luogo simbolo dell’ospedale, dove i medici, gli infermieri, gli oss tentano di salvare vite umane, si ritrovano…

Continua a leggere

Nocera. Allarme anestesisti: dimezzate le sedute operatorie, bloccati i congedi

in UNISA

La percezione è quella del disorientamento. Un ospedale, l’Umberto I di Nocera Inferiore, il più grande dell’Asl Salerno, sembra viva una situazione disarmante. Se le inaugurazioni (che non si sono tenute e sempre rinviate, ndr) di diversi nuovi reparti servivano a ridare slancio al plesso di viale San Francesco, a tenere veramente banco è il capitolo ‘anestesisti’. Una vera e propria moria. Eppure avevamo assistito a un deciso reclutamento necessario a dare ossigeno agli ospedali tutti. E ad arrestare quelle cifre da capogiro che si registrano a Vallo della Lucania tra questi professionisti. Cosa accade? Da 26 siamo arrivati…

Continua a leggere

Ospedale del Mare. Americana sceglie il Chirurgo nocerino Vigliotti: “Mi si operi in Italia”

in UNISA

Donna americana si sente male durante la crociera: colpita da attacco ischemico transitorio, cade e si procura una piccola emorragia cerebrale. La figlia, infermiera del reparto di chirurgia vascolare della Università di Birmingham in Florida, decide di far operare la mamma in Italia. Preferisce la sanità dell’ospedale del Mare di Napoli, del team del Direttore dell’Unità di Chirurgia vascolare Gennaro Vigliotti. Operata, la signora è stata dimessa e lunedì tornerà negli States. La buona sanità esiste e travalica anche i confini. Questo accade quando si lavora con impegno, dedizione e silenzio. Senza ricercare i riflettori. Lo stile del dottor…

Continua a leggere

Nocera. “Visita” del Nas in ospedale, criticità in Odontostomatologia

in UNISA

“Visita” dei carabinieri del Nas di Salerno, lunedì mattina, nel reparto di Odontostomatologia dell’ospedale nocerino Umberto I. I militari, coordinati dal capitano Francesco Zaccaria, hanno varcato la soglia dell’Unità senza rilevare situazioni particolarmente gravi; hanno riscontrato criticità da sistemare come: infiltrazioni e umidità, mobilio da sostituire. La direzione generale è stata informata al fine di provvedere alla risoluzione. Paola di Canio

Continua a leggere

Angri. Si amputa la mano mentre taglia la legna: trasportato a Napoli per tentare di ‘ricucire’ l’arto

in UNISA

Stava tagliando la legna, nel suo giardino ad Angri, quando l’accetta si è conficcata nella mano sinistra. Tagliandola, in toto. Soccorso, l’uomo è stato trasportato d’urgenza a Nocera Inferiore dove gli sono state prestate tutte le cure del caso. Il personale del Pronto soccorso ha immediatamente ri-equilibrato il quadro ematico del malcapitato, ristabilendo la normalità. Una volta stabilizzato, l’uomo sarà trasferito a Napoli, presso la Chirurgia della mano per tentare di ricucire la mano.

Continua a leggere

1 2 3 6
Vai Sopra