Aaroi e Uil Medici sul piede di guerra: “L’Asl disattende gli accordi”. E scatta lo stato di agitazione

in News

Scatta nuovamete lo stato di Agitazione proclamato il quattro luglio dell’anno scorso e sospeso il 22 settembre a seguito di impegno, da parte dell’Azienda ASL, di convocare le organizzazioni ai fini di una conciliazione interna.Impegno ad oggi disatteso.

Una nota, lunga e dettagliata, a firma di Vincenzo Stridacchio dell’Aaroi Emac, e di Pasquale Vastola della UIL Medici è stata inviata alla Prefettura per denunciare il mancato accordo.
Si legge:”
“In data 04/07/2016 le scriventi Rappresentanze sindacali proclamavano lo Stato di agitazione a causa di gravi condizioni di malessere e malcontento particolare e generale per mancata risoluzione di numerose problematiche segnalate con nota opec 281.20160321095551.27540.07.1.69@pec.aruba.it, avente ad oggetto “malfunzionamento macchina amministrativa. Sollecito richiesta incontro urgente. Segnalazione alle Autorità”, trasmessa in data 21/03/2016 all’Amministrazione ASL Salerno, al Presidente Regione Campania, al Commissario ad acta Regione Campania, all’ANAC, alla Procura della Corte dei Conti ed all’Ufficio Territoriale del Governo di Salerno.
Con la detta segnalazione del 21/03/2016, inoltre, si reiterava la formale richiesta (in quanto già avanzata in data 17/03/2016) di incontro urgente con l’Amministrazione ASL Salerno (rappresentata dall’avv. Antonio Postiglione) finalizzato ad un costruttivo confronto teso alla risoluzione delle numerose problematiche, alcune annose, altre recenti, alcune di più difficile risoluzione, altre di elementare risoluzione.
Le formali richieste di incontro urgente venivano risollecitate prima in data 29/03/2016 e poi in data 08/04/2016. Finalmente esse venivano soddisfatte dall’Amministrazione ASL Salerno (rappresentata dal dott. Giuseppe Longo), in data 31/05/2016, allorquando veniva sottoscritto un accordo.
In data 24/06/2016 le scriventi Rappresentanze stigmatizzavano il mancato rispetto di alcuni punti concordati nell’incontro del 31/05/2016, e richiedevano un ennesimo incontro finalizzato ad una urgente conciliazione “interna”, stante la perdurante e legittima pressione dei dirigenti medici tutelati.
Visto il perdurante silenzio dell’Amministrazione per quasi 15 giorni, le scriventi Rappresentanze proclamavano, come detto in data 04/07/2016, lo Stato di Agitazione, cui faceva seguito la convocazione da parte di codesta Prefettura per il giorno 28/07/2016, ai fini del tentativo di conciliazione prefettizia.
In data 27/07/2016 la neo Amministrazione aziendale, rappresentata dal dott. Giordano Antonio, richiedeva il differimento dell’incontro, differimento accordato da codesta On. Prefettura.

Con nota opec del 01/08/2016 le scriventi Rappresentanze sindacali rendevano noto alla neo Amministrazione aziendale le problematiche elencate e dettagliate nella menzionata nota opec del 21/03/2016, richiedendo ancora una volta urgente incontro.
Con nota opec del 10/08/2016 le scriventi rendevano noto a codesta On. Prefettura che il Direttore Generale aveva prospettato la possibilità di un incontro per settembre 2016.
Con nota opec del 10/09/2016 le scriventi rendevano noto a codesta On. Prefettura che a questa data non risultava pervenuta alcuna convocazione da parte dell’Amministrazione.
Con nota del 16/09/2016 codesta On. Prefettura convocava le Parti per il giorno 22/09/2016.
In data 22/09/2016 l’Amministrazione non si presentava alla convocazione prefettizia, nel mentre contattava le scriventi Rappresentanze assicurando un incontro programmato per “dopo il 16 ottobre”. Nella stessa data, pertanto, veniva verbalizzato che la procedura prefettizia era da considerare sospesa.
In data 26/10/2016 le scriventi Rappresentanze venivano finalmente ricevute dal Direttore Amministrativo ASL Salerno dr.ssa Antonella Tropiano. In sede di incontro venivano esposte e verbalizzate le seguenti problematiche:
1. Riconoscimento economico della turnistica: problematica risolta;
2. Orario di ANA: problematica ad oggi non risolta;
3. Retribuzione dei turni di reperibilità di morte cerebrale: problematica ad oggi parzialmente risolta;
4. Riconoscimento giuridico ed economico ex art. 18: problematica ad oggi non risolta;
5. Restituzione somme dott. R. A. e dott. P. F.: problematica ad oggi parzialmente risolta;
6. Decurtazione erronea orario di servizio e somme stipendiali presso P.O. di Polla dott. ssa G. M., dott. ssa P. R., dott.ssa B. R.: problematica ad oggi non risolta.

Nella stessa data del 26/10/2016 veniva programmato un altro incontro per il giorno 22/11/2016.
In data 22/11/2016 le scriventi Rappresentanze venivano ricevute dalla dr.ssa Tropiano. In sede di incontro venivano esposte/riesposte e verbalizzate le seguenti problematiche:
1. Orario ANA: problematica ad oggi non risolta;
2. Retribuzione dei turni di reperibilità di morte cerebrale: problematica ad oggi parzialmente risolta;
3. Riconoscimento giuridico ed economico ex art. 18: problematica ad oggi non risolta;
4. Riconoscimento prestazioni aggiuntive dott. ssa A. P.: problematica ad oggi non risolta;
5. Errori di erogazione somme stipendiali non dovute: problematica ad oggi non risolta;
6. Sindacato ASI: problematica ad oggi non risolta;
7. Impegno a pagare il risultato 2013 entro giugno 2017 e 2014 entro dicembre 2017: da verificare;
8. Rimborso dott. V. A.: problematica ad oggi non risolta.

Nella stessa data del 22/11/2016 veniva verbalizzato che “ci si aggiorna a data da destinarsi”.
In dicembre 2016 la dr.ssa Tropiano non provvedeva a convocare le scriventi Rappresentanze.
In gennaio 2016 la dr.ssa Tropiano riceveva le scriventi Rappresentanze informalmente, esattamente in data 19/01/2017 e 24/01/2017.
Con nota opec del 31/01/2017 le scriventi Rappresentanze comunicavano formalmente alla dr.ssa Tropiano che delle 11 problematiche trattate, 1 risultava risolta, 1 parzialmente risolta, 1 da verificare ed 8 risultavano (e risultano!) non risolte. Con la stessa comunicazione si trasmetteva l’elenco delle 22 problematiche ancora da trattare. Esattamente le seguenti:
1. incarichi multipli;

2. criteri utilizzati per l’individuazione delle strutture UOC, UOS, UOSD;
3. valutazione post-quinquennale e quindicennale;
4. quesiti posti al dr. Avitabile su orario di servizio e regolamento orario di servizio;
5. bacheca sindacale web aziendale;
6. saldo variabile 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016;
7. problematica fondo di credito CPS dott.ssa Z. R.;
8. verifica somme da erogare dott.ssa M. I.;
9. verifica somme RIA dott. M. P.;
10. verifiche somme da erogare IRAP dott. M. P.;
11. problematica rischio radiologico;
12. problematica stabilizzati;
13. problematiche ALPI: distribuzione quote, trasparenza, rispetto regolamento vigente;
14. regolamento morte cerebrale e procedura operativa;
15. regolamento tutela legale;
16. titoli di servizio;
17. compenso attività aggiuntiva;
18. direttori a scavalco;
19. qualifica UPG;
20. problematica TFR/TFS;
21. formazione a distanza;
22. risultato 2015 e 2016.
In data 02/02/2017 perveniva convocazione per un incontro per il giorno 22/02/2017 ore 13.00.
In data 21/02/2017 perveniva comunicazione di rinvio dell’incontro a data da destinarsi.
CONCLUSIONI
A distanza di quasi un anno dalla prima segnalazione di importanti problematiche da affrontare, causa di gravi condizioni di malessere e malcontento particolare e generale della dirigenza medica, ed a distanza di quasi otto mesi dalla proclamazione dello Stato di Agitazione, le scriventi Rappresentanze hanno ottenuto la trattazione di 11 problematiche su un totale di 33. Delle 11 problematiche trattate è stata ottenuta la risoluzione di 1 sola problematica e la risoluzione parziale di un’altra.
Al fine di evitare che l’odissea omerica perduri ben oltre ogni ragionevole misura, si chiede a codesta On. Prefettura la Riattivazione urgente dello Stato di Agitazione sospeso in data 22/09/2016, essendo divenute ancora più incalzanti le legittime ed esasperate lamentele dei dirigenti rappresentati”.

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da News

Vai Sopra