image

Ruggi, Cardiologia: interventi by pass sempre meno invasivi

in News

I passi da gigante della cardiologia.

Nella Struttura Complessa di Cardiochirurgia dell’Azienda ospedaliera universitaria ‘San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona’ Salerno gli interventi di bypass aortocoronarico diventano sempre meno invasivi. Infatti per la prima volta in Italia, alcuni pazienti sono stati svegliati ed estubati in sala operatoria. Questo grazie alla tecnica mininvasiva messa a punto a Salerno che permette di eseguire i bypass aortocoronarici attraverso una ridotta incisione del torace (ministernotomia), che offre nell’immediato una migliore meccanica respiratoria e una riduzione del dolore postoperatorio.

Con tale approccio chirurgico mininvasivo la rivascolarizzazione miocardica può essere considerata quasi un intervento di chirurgia vascolare e l’immediata estubazione anticipa i tempi di mobilizzazione dell’ammalato in terapia intensiva.

Oltre agli evidenti vantaggi estetici, la rivascolarizzazione miocardica in ministernotomia, permettendo una maggiore stabilità della parete toracica, riduce le complicanze della ferita sternale e offrendo una ripresa funzionale più rapida anticipa i tempi di dimissione verso i centri di riabilitazione postoperatori.

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

*

Ultimo da News

TRAUMA

AOU ‘Ruggi’. Nasce il Trauma team

Come anticipato da Salernosanità, l’Azienda salernitana ha recepito le urgenti disposizioni regionali
Nasce il Trauma team. L’Azienda ospedaliero-universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi
Vai Sopra