Ruggi.Diagnosi precoce di una sindrome rara: strappato alla morte

in News

Diagnosi precoce e cure idonee. E gli salvano la vita

Diagnosi precoce e cure idonee salvano la vita ad un 30enne salernitano giunto, lunedì sera, in pronto soccorso, al Ruggi, con la sindrome di Moschowitz.

La buona sanità esiste ed esiste aal ‘San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona’ dove la sinergia e la preparazione ha consentito di strappare un giovane da morte certa. Giunto in emergenza con – tra i diversi sintomi – febbre alta, disfunzioni neurologiche, piastrinopenia, i medici del pronto soccorso sono intervenuti seguendo una terapia d’urto, decisa e idonea. Ipotizzando la sindrome di Moschcowitz. Ovvero: porpora trombotica trombocitopenica, una malattia acuta del sangue, rara. Forte anemia.

Dall’emergenza, il ragazzo ha raggiunto il Reparto di Ematologia, guidato dal professore Carmine Selleri, e dove, in sinergia con il Centro trasfusionale, è stato stottoposto a ‘cambio di plasma’.

Una notizia di ‘buona sanità’ che riaccende i riflettori sul Reparto di eccellenza che consente di lavorare con il centro trapianti con cellule staminali emopoietiche e dove è possibile praticare terapie cellulari nelle leucemie acute.

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da News

Vai Sopra