Asl, Nocera. Straordinari medici anomali: gli anestesisti annunciano blocco delle attività aggiuntive

in UNISA

Straordinari milionari dubbi nella Asl Salerno: gli anestesisti non ci stanno, alzano le barricate e preannunciano lo stop degli extra. Una decisione, forte, protocollata stamani e inviata al management dell’Azienda a firma dell’Aaroi Emac.

Lo stop è previsto dal 7 novembre prossimo, negli ospedali di Nocera e Pagani, e non si esclude che agli anestesisti possano aggregarsi anche gli altri colleghi. Per giovedì prossimo, infatti, nell’aula ‘Colella’ del nosocomio Umberto I si avrà una riunione di tutti i camici bianchi per decidere il da farsi; in teoria si valuterà l’ipotesi di non svolgere più ore extra al normale turno.

Ma come si è arrivati a questo?

L’inchiesta della Corte dei Napoli, che fa seguito alle indagini della magistratura ordinaria e a quelle interne all’Azienda stessa, hanno portato all’invio di notifiche di messa in mora (consegna del provvedimento in corso, ndr) per presunto danno erariale pari a circa 7 milioni e con il coinvolgimento di circa 200 unità. A vario titolo e ruolo. Una inchiesta che si protrae da anni suscitando reazioni più disparate. Vincenzo Stridacchio dell’Aaroi (sindacato medico anestesisti) chiosa: “Sappiamo che questa Direzione Strategica non è direttamente coinvolta, ereditando questa situazione. E’, però, il nostro interlocutore e chiediamo chiarezza“.

rc

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da UNISA

Vai Sopra