Asl Sa. Inchiesta Alpi e somme non dovute: anestesista impugna il provvedimento. E vince

in UNISA

Ha impugnato il provvedimento e ha vinto. Un anestesista dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore ha avuto la meglio nel braccio di ferro avviato con l’Asl Salerno che, a seguito di indagini interne alle quali hanno fatto seguito  inchieste della Corte dei Conti, gli contestava somme di Alpi (attività libero professionale intramuraria) non dovute. Somma, quella al centro della querelle, pari a circa 25mila euro.

Come nasce la vicenda?

L’Asl Salerno avvia una indagine interna di verifica prendendo in esame gli ospedali a nord del capoluogo. Emerge che circa 350 medici avrebbero percepito Alpi non dovuto. Dalle più disparate cifre. Dai 350 euro ai 100mila euro. Non dimenticando somme minori. C’è chi impugna il provvedimento, chi attende l’evoluzione della vicenda. Casi da verificare singolarmente che hanno tenuto banco per settimane sulle pagine dei giornali.

Rosa Coppola

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da UNISA

Vai Sopra