Polla, l’Asl Salerno rinnova l’assistenza religiosa: 1800 euro mensili al prete

in UNISA

POLLA

Rinnovata la convenzione tra l’Asl Salerno e la Diocesi di Teggiano Policastro per il servizio di assistenza religiosa cattolica presso il presidio ospedaliero ‘Luigi Curto’ di Polla. Per la modica cifra 72mila euro spalmati su tre anni. 24mila euro all’anno, dal 2016 al 2018. 1855euro ogni mese (13 mensilità).

Un servizio di assistenza religiosa che con la Diocesi in questione si protrae dal 1996 quando l’azienda non era unica. Esisteva l’Asl 3.Secondo l’accordo, la mensilità non verrà corrisposta direttamente al prete ma alla Curia che, successivamente, provvederà a erogare i soldi al parroco.

Una delibera che non ha mancato di suscitare polemiche e far storcere al naso a molti. Qualcuno infatti inviterebbe la Curia, al Chiesa a pagare i propri parroci per poi inviarli negli ospedali del Salernitano, come scelta volontaria di portare a chi ne ha bisogno, una parola di conforto. La convenzione infatti sembra un ingaggio, un incarico dato a un professionista qualsiasi.

Salernosanita' e' una piattaforma web interamente dedicata alla sanità. Troverai notizie, dibattiti, documenti per informare e, perché no, aiutare, l'utenza a districarsi nella giungla della burocrazia che spesso si presenta anche per il più semplice dei controlli ospedalieri. Salerno Sanita' informera' sui temi della salute e della sanita' attraverso la cronaca proveniente dall'intera provincia salernitana. Denunciare casi di malasanità, anomalie, sprechi per garantire assistenza, degna di questo nome, e' la finalità di Salerno Sanita'.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimo da UNISA

Vai Sopra